Cosa posso fare per te

A un certo punto mi è venuto naturale condividere anche con altri le cose che hanno funzionato per me, portandomi una felicità nuova, che non esclude le prove che servono alla crescita, ma che ora considero come “esercizi” per superare ciò che ostacola il pieno compimento delle mie potenzialità e della mia vera natura. 

Molte cose sono venute da sé: ho iniziato a insegnare yoga ancora prima di accorgermi che lo stavo facendo, i libri hanno trovato da sé i loro lettori, come fossero appuntamenti che mi stavano aspettando. E molte persone hanno iniziato a scrivermi per chiedermi consigli e per raccontarmi le loro storie. 

Allora, ritornando alla domanda a cui vorrei rispondere qui: cosa posso fare per te? O come preferisco io: di cosa posso essere canale per aiutarti a vedere come la vita ti sta parlando?

Innanzi tutto posso scrivere, in questo sito trovi il mio blog, ad esempio, e forse parole che hanno voluto passare attraverso me per raggiungere anche il tuo sentire. E posso trasmetterti i passi che sto facendo con lo yoga: se sei lontano dai luoghi in cui mi si può incontrare (Milano o Assisi, altri workshop li comunico), puoi fare con me le lezioni online di Ananda yoga, partecipare ai seminari su Zoom, fissare lezioni particolari. Trovi tutto nella voce “corsi” nel menu di questo sito.

Oppure possiamo iniziare insieme delle sessioni di crescita personale, dal vivo o in video, in cui unisco le tecniche spirituali di Yogananda (tecnica dei solchi e delle affermazioni), metodi tradizionali di coaching, asana e yoga nidra, meditazione, esercizi di mind mapping per chiarire le idee e per pianificare, e di scrittura come strumento di conoscenza interiore (esercizi e diario spirituale). 

Posso aiutarti a creare lo spazio per accogliere le esperienze che bloccano il tuo cammino, a lavorare sugli schemi mentali che manifestano cose ripetitive nella tua vita. Possiamo lavorare insieme su temi come l’autostima, il valore, la fiducia in sé, su come fare delle scelte o essere determinati verso i propri traguardi, come utilizzare al meglio il tempo.

E in fondo sempre su come armonizzare corpo, mente e anima. 

Per me il cammino di consapevolezza è infatti la cosa più bella che si possa fare, e l’unica che dia un vero senso a ogni cosa. L’avevo letto dai maestri, e Yogananda lo ha scritto più e più volte, ma provarlo sulla mia pelle è ogni giorno un’esperienza rivoluzionaria: siamo noi stessi a creare le nostre esperienze, e siamo stati noi a creare le nostre credenze. Sono i nostri pensieri a manifestare la nostra realtà. E così, come abbiamo creato i nostri guai, possiamo disfarli. 

Per fare cambiamenti profondi bisogna risalire alla radice di quei pensieri che, inconsapevolmente, stanno continuando a muoverci come “burattini”, come diceva Yogananda. Perciò un vero rinnovamento non può venire dalla mente, ma deve andare oltre la mente. 

La spiritualità si rivela allora uno strumento pratico per la vera felicità.

 

*queste tecniche non sono sostitutive a un trattamento medico o di psicoterapia

Share this: