Fase 3: Ripartire (e io mi fermo)

Fase 3 – PARTIRE PER DOVE.

Sento intorno la vita che ribolle. Le strade reali e virtuali che hanno velocità che non seguo. Come in un tempo a imbuto, dopo il lockdown, dopo i primi vagiti di apertura, la mia strada portava a una stanza stretta: quella della mia infanzia e della mia giovinezza friulana, a finire di imparare quello che mi servirà, ne sono certa, per i passi che mi attendono.

Non è disinteresse per il destino collettivo, in fondo queste faccende personali sono sempre anche faccende globali: ciascuno di noi ha il dovere di guarire un po’ del mondo dentro di sé. E ogni volta che uno di noi illumina qualche grammo del proprio buio, o rimette in pari i conti con l’eterno, è il respiro del mondo a farsi più pieno.

Così è capitato che arrivassi qui, con un nome nuovo, in questa stanza utero, mentre l’utero vero di mia madre, il grembo dove sono nata, è divenuto carne secca, da buttare. E’ finito nel cestino dell’ospedale in cui sono stata messa al mondo. Ed è impossibile che tutto questo scambio di inizi e di fini non sia qui a rivelarmi significati profondi. Guarigioni di luoghi antichi.

Perciò penso che non ci fosse un modo più giusto per ripartire che questo mio stare ferma, imbottigliata in gesti pratici, in cure ai luoghi e alle persone delle origini, senza spazi e tempi per correre, se non infiniti boschi, pesanti di pioggia, in cui raddoppiare il canto del silenzio, in voci che nessuno può sentire. Qui a finire di imparare a fidarmi della vita, dei modi in cui si apre tunnel nelle terre interiori.

Ci sono istanti fermi che sono in realtà i perni su cui gira tutto il futuro. Intorno ad uno di questi sono aggrovigliati questi giorni, ed io con loro, tenendomi stretta al corrimano del disegno divino, per non cadere dalla meraviglia al primo rispuntare della luce. O di un papavero sopravvissuto ai cicloni, in mezzo all’oro del grano.

Gli 8 colori della Felicità

Se non decidete voi stessi di essere felici, nessuno potrà rendervi felici. Ma se decidete di essere felici, nessuno potrà rendervi infelici” – Paramhansa Yogananda

Questo periodo di pandemia lo ricorderemo per tante ragioni, e anche per cose nuove e buone. Personalmente ho avuto l’opportunità di andare più nel profondo e di trovare nuovi sensi per i passi che verranno. In questi metto anche l’occasione di ritrovarci a praticare yoga online: sono nati gruppi bellissimi di cui sono grata. Così ecco questo ultimo corso prima dell’estate, in cui cercheremo di andare nel profondo a guardare i colori della nostra parte eterna, l’anima.

Qualità come la calma, la gioia, l’amore… nella nostra vita quotidiana sono istanti di grazia strappati alla corsa dei giorni. Dentro di noi invece: sono tinte stabili, non dipendenti da nessuna circostanza esterna. Quando arrivi lì, sei in salvo da tante sofferenze, e continui a vivere e a sentire l’intensità della vita, ma contemporaneamente la osservi da un luogo più profondo che non è mai del tutto avvinto da ciò che accade fuori.

Lì regnano CALMA, PACE, LUCE, SAGGEZZA, GIOIA, AMORE, SUONO (dell’OM), POTERE (potenza) senza opposti. Sono quelle che Paramhansa Yogananda, il Maestro dell’Ananda Yoga, definisce come qualità dell’anima. Praticare con l’anima è anche il livello più profondo dell’Ananda Yoga (letteralmente: lo yoga della Felicità), quando vai oltre il corpo e la mente. Cercheremo di raggiungerlo con lezioni dedicate a ognuna di queste qualità.

Si aggiungono DUE INCONTRI DI APPROFONDIMENTO sulla Luce come scelta da rinnovare ogni giorno (il cammino descritto nel testo sacro della Bhagavad Gita), e uno con letture poetiche dal libro Esercizi d’amore.

Il corso è adatto a tutti. 

LE LEZIONI: si terranno in streaming nel gruppo Facebook YogAnanda Angels pratiche online, dal 9 giugno al 2 luglio, i martedì e i giovedì dalle 18.30 alle 20.00; sabato 20 e 27 giugno dalle 10.30 alle 12.30. Saranno inclusive di introduzione teorica con pillole di filosofia, riscaldamento (restorative/miodistensione e dinamico), asana, rilassamento, pranayama, meditazione.

I video delle pratiche resteranno disponibili nel gruppo come una biblioteca di pratiche fino al 31 agosto!

PER ISCRIVERSI: il costo del corso è di 60 euro, 55 per chi ha frequentato già almeno due dei miei precedenti corsi online,da versare con bonifico nel conto della ASD YogAnanda Angels, all’iban IT16S0335901600100000156859. Appena sei iscritto, scrivimi alla mail giulia.calligaro@fastwebnet.it e a giulia.castellazzi@gmail.com: entri nel gruppo e ti invio la ricevuta.

Ti aspetto!

Giulia Calligaro – Istruttore di Ananda yoga certificato 420 ore, autrice, ricercatrice spirituale. Friulana, vive a Milano da quasi vent’anni, pratica yoga da 15, è kriyaban, secondo la tradizione di Mahavatar Babaji e Paramhansa Yogananda. Si ricarica spesso ad Ananda, in una casa sopra i colli di Assisi. Ogni anno fa viaggi spirituali e di aggiornamento in India. Ha scritto i libri di yoga e poesia Esercizi di felicità ed Esercizi d’amore.