Meraviglia rinnovata

Quello che so di certo è che la vita è meravigliosa, anche se a volte la luce è nascosta e bisogna ritrovarla e faticare e avere paura di non farcela, e cadere e pregare forse piangere: sempre dietro la curva buia riappare tutta e riempie di nuovo il cuore.

Basta il canto degli uccellini del mattino, la risata al telefono con un amico, il volo delle nuvole oltre i tetti, quell’unica stella della sera che brilla nel tuo angolo di cielo, per risapere che la gioia è la tua vera natura.

fragile e coraggiosa

Oggi mi sento fragile e coraggiosa. E anche un po’ stanca di essere coraggiosa.

Ogni giorno notizie di quello che questa manata della Storia vuole portare via, persone care, un cane amatissimo, e poi i lavori e i luoghi in cui ti rimanda alla partenza, a rifare tutto daccapo. E la voglia di farti un po’ pena, con tutte le prove, le rocce che hai già spostato fin qui.

Finché arriva un raggio di luce, da un amico che è luce, perché sempre in una vita la luce e il buio si bilanciano.

– Se il tuo percorso verso la libertà prevede questo, di sicuro lo dovrai affrontare.

E’ proprio così, tutto quello che ci riguarda, per fare spazio, per fare luce, è un appuntamento già scritto nella nostra agenda della vita. E non serve a nulla crogiolarsi, lamentarsi. Volersi bene ed abbracciarsi, sì, questo serve.

Però poi bisogna acuire lo sguardo, guardare la vita negli occhi, sapere che non c’è nulla che non sia tuo di quello che impiglia, tra i passi, il cammino: e attraversarlo è l’unico modo per aprire l’orizzonte.

Ogni sfida andrebbe festeggiata, è la promozione ad un livello più alto di consapevolezza.