Se ti fai indietro, quello che avanza è l’amore

‘Non c’è vero potere, se non quello di amare’. Ecco, in conclusione d’anno, sono queste parole di Simone Weil che mi girano dentro fino a commuovermi. ‘Non è difficile da capire’, continua: ‘è un segno di potenza non usare il proprio potere là dove se ne avrebbe la possibilità’. Quindi il potere è non reagire, non colpire, non rispondere con la forza.

Amore è fare spazio, lasciarsi riempire, ritirarsi per dare accoglienza. E’ far sì che ogni cosa sia nell’ordine ineluttabile in cui deve essere se lasciata libera. E lì non si arriva mai con la forza dell’ego, ma solo se l’ego arretra: allora il cuore si disgela e un’altra luce naturalmente si espande. Ed è l’amore. L’amore è l’ordine naturale delle cose, la forza il loro disordine.

E questo ordine è il vero augurio che sento, questa notte.

Published by

Giulia

La mia più grande fortuna è stata quella di non realizzare i sogni che avevo da bambina, in un piccolo paese del Friuli: la vita ha avuto più fantasia di me. Non avrei mai pensato di studiare letteratura, poesia, teatro a Padova, Parigi, Pavia e poi di viverle con i protagonisti. La scrittura era una passione segreta ed è diventata il mio lavoro, negli ultimi undici anni per i periodici Rizzoli. Da dieci mi occupo anche di comunicazione per il teatro. Mi si trova spesso con la valigia in mano e tappetino da yoga sotto braccio: mete preferite Sud America, Africa, Sud Est asiatico dove faccio reportage sociali. Ultimamente anche in India, dove ho trovato uno dei luoghi che chiamo casa. Case sono per me posti in cui l'anima respira: tra questi ci sono sempre le mie Dolomiti, certi colli dell'Umbria e il mio divano a Milano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.