una goccia nel mare

Io faccio così: se mi contraggo intorno ad un pensiero, ad un timore, ad una preoccupazione, la prendo e la immergo in uno spazio più grande. Come una goccia dentro al mare. Allora, nella vastità del tempo e dello spazio, non fa più paura, e so di nuovo che ogni giorno non è che un piccolo pezzetto di eternità dove non puoi controllare tutto: ma tutto quello che arriva ha esattamente le indicazioni che ti servono a procedere in questo momento.

Questa la mappa che tengo anche davanti alla grande confusione di stimoli, allarmi, proposte che vorrebbero sempre scompigliare la pace e dire che ci sono cose da fare, da conoscere, da vedere: sono manie di controllo pure queste. Quello che arriva davanti è giusto, il resto posso lasciarlo andare. E tutto quello che tempo fa era importante non è detto che debba esserlo ancora oggi. Un tempo volevo leggere tutti i romanzi, oggi preferisco molti silenzi.
Così riesco a respirare anche in questi tempi sovraffollati e ad accogliere tutti i regali che giungono dal cielo. Non quelli che aspettavo, che chiedevo: quelli giusti per me, che non osavo neppure immaginare.

Commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Altri articoli

Contenere in sé la bellezza

Questa mattina, prima di partire, mi sono seduta davanti al giardino della stanza che mi ospitava nel mio nuovo girovagare. A lato c’era tutta l’esuberanza […]

Read More…

La stagione bella

Vedi, oggi ti ho toccato talmente tanto con i pensieri, che non avrei parole da dirti e dita da darti, se fossi qui. Sei stato […]

Read More…

Riscrivi la tua vita

Ritiro di Yoga e coaching 2-4 luglio presso Centro Anuttara. Yogananda ha descritto la vita come un film cosmico: “Se vedessi cosa c’è dietro lo […]

Read More…